L'aglio diventa giallo? Cause e metodi di lotta

Le foglie di aglio possono ingiallire in diverse fasi della crescita delle piante, ma la maggior parte delle lamentele dei giardinieri nella corsia centrale si verificano all'inizio della stagione, dall'inizio della primavera a giugno. Diamo un'occhiata ai segni e alle possibili cause di questo fenomeno e parliamo dei modi per prevenirlo.

Perché l'aglio diventa giallo in primavera?

Attenzione: se le foglie dell'aglio diventano gialle, questo è motivo di allarme, ma nella maggior parte dei casi la situazione può essere corretta utilizzando le raccomandazioni in questo articolo. Ma l'arricciatura delle foglie, l'essiccazione, la deformazione, la comparsa di macchie e marciume alla base indicano una grave malattia o un danno da parassiti. In questo caso, è necessario prendere misure urgenti: trattare i letti con preparazioni speciali e rimuovere le piante altamente infette.

L'aglio invernale è diventato rapidamente giallo

L'atterraggio troppo presto è spesso la causa. Nella regione centrale, si consiglia di piantare l'aglio invernale all'inizio di ottobre. Durante questo periodo, prima dell'inizio del freddo persistente, i denti mettono radici, ma non iniziano a crescere. Se pianti l'aglio un po 'prima, non solo attecchirà, ma partirà anche in inverno con le foglie. Una foglia verde entra in condizioni di svernamento sfavorevoli: la mancanza di luce, la presenza di manto nevoso e le temperature negative possono danneggiarla. È chiaro che una foglia d'aglio danneggiata diventerà rapidamente gialla quando la pianta inizia a crescere. L'aglio stesso non morirà per questo, ma non darà nemmeno la massima resa.

Per evitare che l'aglio ingiallisca dopo l'inverno , osserva i tempi di semina il più vicino possibile alla tua zona. Se, tuttavia, è successo che hai piantato l'aglio nel momento sbagliato e in primavera le sue piume diventano gialle, prenditi cura delle piantagioni come al solito, senza dimenticare l'irrigazione e l'alimentazione tempestive. Nel tempo, le piante riprenderanno la loro forza.

Le foglie di aglio giovani diventano già gialle o le loro punte diventano gialle

La seconda causa più comune di ingiallimento delle foglie di aglio in primavera è la semina troppo superficiale. Se l'erba cipollina non viene tagliata abbastanza in profondità in autunno, potrebbe congelarsi. Di conseguenza, in primavera, l'aglio getterà immediatamente sulla superficie foglie gialle o completamente ingiallite.

Per evitare ciò, osserva la profondità di semina: dovrebbe essere 4-6 cm dal collo dello spicchio alla superficie del terreno. Anche la pacciamatura autunnale delle piantagioni di aglio invernale con humus funziona bene (spessore dello strato - 4-6 cm).

Se i bulbi d'aglio si congelano ancora e diventano gialli , prova a fornire cure intensive per i letti di aglio: le piante possono riprendersi.

L'aglio diventa giallo dopo il gelo

Nel clima della zona centrale, questo non è raro. Succede che l'aglio ha svernato bene, le prime foglie dopo essere emerse sopra la superficie del terreno erano verdi e dopo un po 'sono diventate gialle. Poi ricorda com'era il tempo questa settimana. Ci sono state gelate o una significativa ondata di freddo dopo la germinazione? Se è così, le piante potrebbero averne sofferto.

Se l'aglio è diventato giallo a causa del freddo , può essere trattato con stimolanti: "Epin" o "Zircon".

L'aglio non cresce bene, le foglie ingialliscono

Ciò potrebbe essere dovuto a una mancanza di nutrizione. Ciò accade spesso all'inizio della primavera, quando il terreno a una profondità non è ancora sufficientemente riscaldato, le radici crescono lentamente e non forniscono alla pianta una quantità sufficiente di sostanze nutritive. Altre volte, le foglie di aglio ingiallite o le loro punte possono segnalare una carenza di azoto e, se coltivate in terreni poveri, anche di potassio.

Le conseguenze della coltivazione dell'aglio su terreni inadatti: troppo acidi o pesanti, si manifestano in modo simile.

L'aglio ingiallito dalla mancanza di nutrizione può essere elaboratourea (urea) o alimentazione liquida. L'alimentazione con l'urea viene effettuata al ritmo di 1 scatola di fiammiferi per 1 mq. incorporato nel terreno. È possibile eseguire una medicazione liquida con urea: diluire la scatola di fiammiferi in 10 litri di acqua e annaffiare i letti in ragione di 3-3,5 litri per metro quadrato. Ma è meglio eseguire una medicazione fogliare (spruzzando sulle foglie) per fornire rapidamente azoto alla pianta. Soluzione di lavoro per condimento fogliare di aglio con foglie gialle: 25-30 g di urea per 10 litri di acqua. Per la prima volta forniremo alla pianta una quantità sufficiente di azoto. Ma non dovresti rilassarti: dopo 1-1,5 settimane, quando il terreno si riscalda abbastanza e il sistema radicale farà fronte alla crescita delle foglie, è necessario nutrirsi ulteriormente con fertilizzante minerale complesso, preferibilmente combinandolo con l'irrigazione.

Per l'aglio che cresce su terreni poveri, sarà utile anche l'alimentazione fogliare con solfato di potassio: 1 cucchiaino per 1 litro d'acqua, spruzzare sul fogliame. Puoi aggiungere potassio con l'irrigazione: 15-20 g di solfato di potassio per 10 litri di acqua.

Se le piume d'aglio ingialliscono a causa del terreno inadatto , in autunno o all'inizio della primavera, aggiungere la farina di dolomite ai corridoi, incorporandola nel terreno allentandola. Oppure prepara una soluzione di cenere (da 1 tazza a 10 litri di acqua) e versala sulla zona dell'aglio. L'effetto non sarà fulmineo, ma queste misure miglioreranno comunque le condizioni di crescita e miglioreranno la qualità delle piante. Se non è possibile riempire il terreno pesante con fertilizzanti organici, aggiungere almeno sabbia o torba in modo che l'ossigeno possa penetrare meglio nelle radici della pianta.

Le foglie gialle di aglio possono essere un segno di eccesso o mancanza di umidità. Se durante il periodo di crescita fogliare attiva (in maggio - giugno) piove poco, l'aglio deve essere annaffiato una volta ogni 1-1,5 settimane e, nella stagione calda, una volta ogni 5 giorni.

Con un'elevata presenza di acque sotterranee nella zona, la pianta soffre di ristagni d'acqua, soprattutto all'inizio della primavera. Questo problema si risolve nell'unico modo: piantando l'aglio in aiuole rialzate.

Raccomandato

Come usare correttamente l'urea in giardino e in giardino
Piantine di pepe a casa. Master Class
Feijoa: proprietà benefiche e deliziose ricette