Tutte le principali malattie dell'uva: prevenzione e cura

Di regola, fino a tempi recenti, le forme stabili rare avevano un gusto per lo più mediocre. Ma la situazione sta cambiando davanti ai nostri occhi. Sono comparse varietà di uva resistenti al complesso e persino immuni alle malattie con un gusto eccellente e una bella bacca (principalmente tra le varietà di vino e universali finora). Tuttavia, anche in questo caso, non bisogna abbandonare completamente i trattamenti preventivi con farmaci protettivi.

  • Malattie fungine dell'uva: definizione e trattamento
    • Muffa (peronospora dell'uva)
    • Antracnosi dell'uva (antracnosi dell'uva maculata, a volo d'uccello)
  • Schema di lavorazione del vigneto per medie latitudini con un elevato background infettivo

CONSIGLI GENERALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE NEL VIGNETO DI MOSCA E DEL NORD

Scegli varietà di uva resistenti complesse. Non acquistare materiale di piantagione da regioni con un elevato background infettivo. Anche in un vigneto con varietà complesse resistenti, in primavera, effettuare un trattamento preventivo sulla vite nuda con 1-3% di liquido bordolese preparato secondo la tecnologia. Si consiglia di effettuare l'irrorazione in una giornata calda, dopo una forte pioggia.

● Nei vigneti biologici, iniziare aumentando la resistenza alle malattie delle piante stesse. Si raccomandano farmaci biologici lievi che aumentano l'immunità (Tekamin Max, Kendal, Albit, Larixin o Biostim). Un nuovo interessante prodotto biologico insettofungicida LF-Ultrafit prodotto da List-Forte. Creato sulla base di due ceppi di batteri, combatte parallelamente funghi e insetti, aiuta ad ottenere uve di qualità superiore.

● Se l'oidio o l'oidio sono stati introdotti in massa con materiale di piantagione o sono apparsi ovunque in anni meteorologici difficili, trattamenti chimici mirati, trattamento di cespugli infetti e adiacenti con Strobi, Cabrio®Top, Poly-Ram DF, Delan.

● La probabilità di infezione è molto alta nel periodo in cui la lunghezza della crescita ha raggiunto i 10 cm a una temperatura dell'aria superiore a +10 ° C e il livello di precipitazione è superiore a 10 mm. Questo è il cosiddetto momento delle tre decine, o 3 x 10. Inizia quindi il trattamento mirato attivo contro le malattie.

● Se la malattia viene trascurata ed è necessario salvare le piante di vite, ricorrere a farmaci potenti finché c'è ancora tempo prima che gli acini maturino e il periodo di attesa lo permetta.

Malattie fungine dell'uva: definizione e trattamento

Muffa (peronospora dell'uva)

Causato dal fungo monofago obbligato Plasmopara viticola Berl. e parassita solo sulla vite.

Colpisce tutti gli organi delle piante verdi (foglie, bacche, germogli). La fonte dell'infezione primaria sono le zoospore, che svernano fino a 2 anni nelle foglie e nelle bacche cadute.

sintomi di oidio sulla foglia di vite

Sintomi di malattia dell'oidio o peronospora

Sulle foglie dell'uva macchie oleose trasparenti di "olio", prima verde chiaro o giallo, poi marroni. Necrosi, caduta delle foglie.

In un ambiente umido, micelio bianco del fungo sul lato inferiore della foglia. La malattia può diffondersi alle infiorescenze e si seccano.

Le bacche sono avvizzite, coriacee, di colore bluastro o con macchie arrugginite e fiori bianchi.

Condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia:

I focolai si registrano più spesso nelle estati calde con piogge e rugiada frequenti, con un'elevata umidità dell'aria la malattia è più dannosa. Il clima caldo secco è sicuro per la muffa.

Misure di protezione dalla muffa dei vigneti

Prevenzione: 1-3% liquido bordolese.

Trattamento delle uve: Poliram DF, con muffa in abbinamento con oidio - Ordan + Tiovit Jet.

I trattamenti di eradicazione con solfato di ferro (FA) sono necessari in autunno e all'inizio della primavera nella fase di riposo, soprattutto se la lesione è forte e l'anno è piovoso.

Attenzione! Tutti i trattamenti con ferro vetriolo vengono effettuati nella fase di riposo delle uve ad occhi chiusi per evitare scottature.

Antracnosi dell'uva (antracnosi dell'uva maculata, a volo d'uccello)

Una malattia fungina nota dal 1901 come "marciume amaro". L'agente eziologico è Gloeosporium ampelophagum Sacc. (Sphaceloma ampelinum).

Sintomi della malattia da antracnosi dell'uva

Le precipitazioni in primavera provocano danni precoci alle foglie giovani e ai tralci di vite. Macchie marroni con un bordo bianco scuro appaiono sulle foglie, quindi il tessuto muore. Su germogli e bacche, macchie depresse marroni o grigie con un bordo scuro, il cosiddetto. occhio di uccello, ulcere successive. I germogli si seccano e si rompono.

Gli stessi sintomi sulle creste, sui gambi delle foglie. Le infiorescenze si scuriscono e si seccano.

sintomi di antracnosi sull'uva

Condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia:

L'agente patogeno viene attivato in un ambiente umido in un ampio intervallo di temperatura a + 2 ... + 30 ° C. Si diffonde attivamente nei vigneti durante le piogge abbondanti, soprattutto con la grandine, provocando danni meccanici. Può dare fino a 30 generazioni a stagione. È in grado di esistere nel suolo fino a 5 anni. Inizialmente, la malattia era comune nelle regioni con un clima umido e caldo, ora si sta spostando verso regioni con un clima fresco.

Misure di protezione dall'antracnosi del vigneto:

I preparati a base di rame funzionano bene su questo patogeno. Puoi sbarazzarti dell'antracnosi con una lotta mirata, a partire dalla primavera. Prevenzione in primavera - trattamento con poltiglia bordolese. Inoltre, si consiglia di spruzzare con ossicloruro di rame e MBS (miscela bordeaux modificata), dove il carbonato di sodio è sostituito da carbonato di potassio, con un adesivo di tipo sapone verde.

Per il trattamento, il farmaco Poliram DF, Bellis, Acrobat Top funziona.

Se i tuoi vicini, i viticoltori non ritengono necessario combattere l'antracnosi, questa malattia non sarà completamente sradicata da te. È necessario ripetere i trattamenti l'anno successivo se il tuo background infettivo rimane alto. Dopo una cura completa, il materiale di piantagione deve essere attentamente monitorato.

Schema di lavorazione del vigneto per medie latitudini con un elevato background infettivo

FASETRATTAMENTI CONSIGLIATI
In primavera subito dopo l'apertura delle uveAbbiamo bisogno di trattamenti profilattici sulla vite nuda (prima che gli occhi si aprano) con il 5% di urea e il 3-5% di solfato di ferro. Se i reni si sono già svegliati, solo liquido bordolese.
Quando si aprono gli occhi e sulle foglie giovani

Usa Acrobat Top (dalla muffa) o Strobi (muffa + oidio).

Prima della fioritura, Ridomil Gold MC da muffa (ma solo a temperature superiori a +20 ° C) + Topazio (da oidio), a basse temperature - Poliram DF da antracnosi.

Con 3-5 fogliUsa Acrobat Top (dalla muffa) o Strobi (muffa + oidio). Prima della fioritura, Ridomil Gold MC da muffa (ma solo a temperature superiori a +20 ° C) + "Topaz" (da oidio), a basse temperature - Poliram DF da antracnosi.
Prima della fioritura e a partire dalla fine della fioritura durante

formando bacche

Utilizzare su oidio Vivando o Delan (protegge anche da rosolia e macchie nere).

Dalla muffa - Poliram DF, Delan, Acrobat Top. Da oidio - Collis, è possibile dalla fine della fioritura.

Dopo la fioritura e nella fase "pisello"Usa Quadris, Skor - da oidium o Acrobat Top, Delan - da muffa o Strobi -

da muffa e oidio. Cumulus DF - dall'oidio durante la stagione di crescita. Da oidio con marciume associato - Switch. Per una protezione complessa dell'uva contro muffe, oidio e antracnosi, compresa la fioritura, - Cabrio®Top.

Colorazione e maturazione delle baccheNon sono ammessi trattamenti chimici. Sono possibili solo soda e permanganato di potassio.
Dopo il raccolto

Procedere a seconda del background infettivo residuo. In autunno, prima del ricovero su una vite nuda - trattamento con vetriolo di ferro.

Raccomandato

Come usare correttamente l'urea in giardino e in giardino
Piantine di pepe a casa. Master Class
Feijoa: proprietà benefiche e deliziose ricette