Come coprire le piante amanti del calore per l'inverno?

Nella nostra zona centrale, anche i raccolti resistenti al gelo non possono sopravvivere facilmente all'inverno. Qual è il problema? Perché le piante resistenti a –40 ° C muoiono in inverno? Molti si affrettano a coprirli all'inizio dell'autunno, ma in primavera, al contrario, li rivelano troppo tardi. Quindi le piante muoiono non per il gelo, ma per un brusco cambiamento di temperatura e alta umidità sotto il riparo stesso, per smorzamento e smorzamento. Come scegliere un materiale per proteggere le piante amanti del calore per l'inverno? Scopriamolo.

  • Vecchi metodi per nascondere
  • Collinare con la terra
  • Rami di abete rosso e pino abete rosso
  • Foglie cadute
  • Paglia secca o steli
  • Metodi di nascondiglio moderni
    • Tela di sacco
    • Materiale di rivestimento in polipropilene non tessuto (lutrasil, spunbond, geotex e altri)

Il tempo instabile con bruschi sbalzi di temperatura e l'eccessiva umidità provoca danni meccanici (rottura dei tessuti), decadimento del sistema radicale, ecc. La neve di per sé è un materiale buono, ma non sufficiente per ripararsi.

Le colture resistenti alla copertura del suolo svernano bene sotto di essa; per il resto, è necessario utilizzare metodi di protezione aggiuntivi. Inoltre, nella nostra striscia, spesso possono iniziare forti gelate a novembre e la neve può cadere anche dopo il nuovo anno. In tali inverni con poca neve, è quasi impossibile preservare colture amanti del calore senza un riparo aggiuntivo. Quale materiale scegliere?

Vecchi metodi per nascondere

Collinare con la terra

Il vecchio e collaudato metodo è adatto per riparare piante a bassa crescita. L'umidità drena rapidamente da una pianta coperta di terra, ma tale pacciame si congela in inverno. Pertanto, è meglio usare non un normale terreno da giardino, ma una miscela di torba e humus di struttura più leggera. Inoltre, durante le colline, non puoi prendere la terra intorno al cespuglio, esponendo così le radici della pianta.

Rami di abete rosso e pino abete rosso

È tradizionalmente utilizzato nelle fattorie dove c'è una foresta nelle vicinanze. Le piante da essa ricoperte sono protette da venti freddi, nevischio e pioggia gelata. Non aumenta la resistenza al gelo delle piante stesse, ma sotto di esso viene creato uno spazio d'aria favorevole con una buona ventilazione. Una leggera copertura fatta di rami di abete rosso salva le piante dai raggi bollenti della primavera.

Il metodo classico per proteggere le colture amanti del calore usando l'esempio di una rosa: rifugio con rami di torba e abete rosso

Foglie cadute

Un buon materiale di copertura che protegge in modo affidabile dal primo freddo senza neve e, riscaldandolo, contribuisce ad aumentare la fertilità del suolo. Ma non tutto il fogliame può essere utilizzato per il riparo invernale. La quercia è la migliore e si possono usare anche foglie di acero, betulla o castagno. Il fogliame degli alberi da frutto non viene utilizzato. Solo il fogliame secco è adatto per il riparo. Giardinieri esperti consigliano di raccoglierlo in sacchi a rete e di metterlo nei letti. Con l'aiuto di tali "cuscini" vengono realizzate case improvvisate per piante. Tuttavia, è nel fogliame che i topi amano ibernare, quindi assicurati di disporre le esche avvelenate.

Rifugio di colture amanti del calore con fogliame di quercia

Paglia secca o steli

Sono simili nell'azione al fogliame, sono ricoperti da colture termofile perenni e colture invernali. Come nel caso del fogliame, il blocco porta all'agglomerazione del materiale, una violazione della permeabilità all'aria del rifugio e, di conseguenza, il rischio di malattie e morte delle piante.

Pertanto, un film o altro materiale impermeabile (carta per tetti) viene gettato sui ripari di fogliame o paglia dall'alto, lasciando aria dal basso.

Oppure legano la paglia in fasci e fanno stuoie speciali, sistemando rifugi come una capanna.

Metodi di nascondiglio moderni

Negli ultimi anni, i materiali moderni per il riparo delle piante stanno guadagnando sempre più popolarità. Non è necessario andare nella foresta per raccoglierli, non sono così costosi e sono riutilizzabili. Ma devono anche essere gestiti correttamente.

Tela di sacco

Questo è un tessuto abbastanza forte e resistente, composto da materiale di lino o iuta. Non contiene impurità e additivi, quindi può essere interrato nel terreno senza preoccuparsi delle conseguenze. Il saccheggio viene utilizzato per legare i tronchi dei giovani alberi, ombreggiare le conifere dalle ustioni primaverili, coprire le rose, le ortensie a foglia larga e altre colture termofile.

Tuttavia, la tela naturale non solo consente il passaggio dell'umidità, ma la assorbe. Sotto la tela umida durante il disgelo, viene creato un ambiente favorevole per lo sviluppo di marciume e muffa e con il gelo può trasformarsi in un guscio di ghiaccio duro.

Pertanto, quando si isolano le piante con la tela, cercare di lasciare uno spazio d'aria tra la pianta e il tessuto.

Non è possibile utilizzare vecchi sacchetti di patate e altre verdure per ripararsi senza trattamento con fungicidi. Per il riparo invernale e l'ombreggiatura primaverile, acquistano tela pulita in rotoli.

Rifugio di ortensie a foglia larga

Materiale di rivestimento in polipropilene non tessuto (lutrasil, spunbond, geotex e altri)

Il materiale consente il passaggio di aria, umidità e luce. Fornisce protezione alle piante sia dal surriscaldamento che dall'ipotermia. Può essere utilizzato per la copertura del suolo o utilizzato per la copertura di strutture a telaio. Il materiale con una densità di 30 g / m2 è in grado di proteggere le piante dal gelo fino a –7 ° C, il materiale con una densità di 60 g / m2 può resistere a forti venti e gelo fino a –9 ° C. Inoltre, il materiale non tessuto è ben protetto dal beccaggio degli uccelli, poiché le sue fibre sono sufficientemente resistenti da deformarsi.

Negli ultimi anni, le coperture riutilizzabili già pronte, le custodie e persino i cappucci in spunbond con cerniera hanno guadagnato popolarità. Sono abbastanza resistenti.Vecchi metodi per nascondere. Per scopi agricoli utilizzare spunbond stabilizzato ai raggi UV o "Agrospanbond". Tale copertura protegge le piante dall'esposizione alle basse temperature, dal burnout al sole, nonché da roditori e insetti, è resistente alle influenze ambientali esterne e non ostacola lo scambio d'aria.

Per riparare le rose per l'inverno, vengono prodotte serre già pronte : una copertura in materiale di rivestimento non tessuto viene rapidamente posizionata su un telaio in tubi di polipropilene installato sopra la pianta.

Original text


Foto per il materiale : Oksana Kapitan, Vladimir Lukyanov, Yulia Popova, Shutterstock / TASS

Ringraziamo l'azienda Shop for Nurseries per il suo aiuto nella preparazione del materiale e delle foto fornite.

Raccomandato

Come usare correttamente l'urea in giardino e in giardino
Piantine di pepe a casa. Master Class
Feijoa: proprietà benefiche e deliziose ricette